Immagini di Jaci -La loggia delle monache di San Benedetto.

Nel 1970 il prof. Cristoforo Cosentini pubblica il libro fotografico “Acireale d’altri tempi” ,

A pag 12 , il professore, descrive un fatto che suscita clamore in citta’ , la Demolizione della loggia settecentesca delle Benedettine avvenuta nel 1909:

“…Al terremoto di Messina e’ legato un fatto che interessa particolarmente la nostra storia. Subito dopo quella tremenda catastrofe, il Consiglio comunale di Acireale – “sotto speciosa scusa di danni” (si legge cosi’ in un manoscritto dell’archivio della nostra Accademia)  – consentiva, infatti , di demolire il piano superiore del settecentesco loggiato dell’antico monastero di San Benedetto , ” che dava la nota gaia, per la sua architettonica , alla Piazza ” (trascriviamo ancora dal manoscritto citato ) . L’autore del brano (che era allora consigliere comunale) dichiara di aver sostenuto ” una vera battaglia ” per ottenere la conservazione del loggiato; “ ma tutto fu inutile – egli scrive- e , contro le ragioni evidenti, le proteste , i voti motivati e il diniego di una forte e cosciente opposizione, si volle perpetrare un delitto di lesa maestà”. Ne’ valse l’autorevole parere dei tecnici ad evitare che ” il bel monumento” fosse “decapitato” .

Della loggia resta in piedi solo la parte inferiore ( di recente ancor piu’ deturpata da un mostruoso fungo costruitovi accanto).”

Il sindaco di quel periodo fù il Cavalier Pietro Musmeci.