asd
martedì, Luglio 23, 2024
Google search engine
HomeNewsegregio-signor-sindaco-nino-garozzo

egregio-signor-sindaco-nino-garozzo

garozzo-e-mad

Egregio signor sindaco di Acireale Nino Garozzo, lei ultimamente ha ripetuto più volte che alla fine del suo mandato sarebbe certamente ritornato alla sua attività professionale che lo attende da oltre dieci anni e che non può più aspettare. Bene confido in questa sua dichiarazione e le auguro buon lavoro e buon rientro nella professione. Detto ciò, a mio avviso,  Lei avrebbe fatto bene a rientrare prima nel suo studio di avvocato avremmo così evitato di vedere un burocrate al servizio delle carte, avremmo evitato di vedere e assistere ad una squadra assessoriale messa su con una spartizione che non ha uguali nella storia politica acese, avremmo così potuto immaginare una città migliore libera dalle imposizioni politiche di onorevoli e senatori.

Così non è stato, lei terrà duro fino alla fine del suo mandato, rimarrà dentro l’agone politico amministrativo presentando una sua lista elettorale composta da fedelissimi. Una su tutte dall’assessore Nives Leonardi che dopo dieci anni di mandato lascia una città priva di ogni riferimento, di ogni orizzonte e di ogni programmazione turistica e culturale. Vedremo che numeri raccoglierà la sua lista e vedremo quanta sottomissione mostrerete ancora nei confronti dell’onorevole Catanoso.

In questi dieci anni in consiglio comunale la confusione ha regnato sovrana. Cambi di casacca mostruosi, riposizionamenti, maggioranze e minoranze che si componevano e si riorganizzavano con cadenza mensile. Commissioni che si sono riunite e si riuniscono con tempi e ritmi impressionanti e con risultati pressoché zero.

Abbiamo “ammirato” la maggioranza divenuta minoranza davanti ad una delibera di oltre 133 milioni di euro relativa al depuratore, abbiamo visto il suo dietro front per la destinazione del depuratore: da Volano a Pantano. Abbiamo visto l’assoluta assenza di spazi sociali, di verde pubblico e abbiamo assistito alla scempio della villa Belvedere e al teatro tragicomico dell’inaugurazione del muro di via Aquilia. Abbiamo, ancora, visto il degrado avanzare in ogni angolo della città ed abbiamo assistito con tristezza all’abuso che si è fatto nei confronti di quei cittadini onesti e rispettosi dell’ambiente che hanno sempre differenziato i rifiuti, per poi sapere che il 95% degli stessi vanno in discarica con costi per la collettività davvero contestabili e, per certi aspetti, drammatici e violenti.

Egregio signor sindaco di Acireale Nino Garozzo lei non è stato mai raggiunto da alcuna forma di indagine per quanto riguarda i conti pubblici ed è un merito con i tempi che corrono, in ogni caso le ricordo che in questi ultimi cinque anni, con un rapido conteggio, si è visto che consiglieri comunali, assessori, presidente del consiglio e sindaco hanno incassato (fino a fine mandato) circa 2 milioni e mezzo di euro per rimborsi, gettoni e commissioni. E’ una cifra che non vi siete guadagnati per niente e che l’Acireale perbene rivuole indietro.

P.S. Ho notato con un certo senso di nausea alcuni di quelli che sono stati per dieci anni fianco a fianco con lei adesso si sono convinti di CambiAre Acireale…. davvero disgustoso.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments