test
sabato, Giugno 15, 2024
Google search engine
HomeCulturaPiccola Storia di Jaci - 1647 il Popolo e' in tumulto

Piccola Storia di Jaci – 1647 il Popolo e’ in tumulto

Acireale,_palazzo_di_città_04

…. Alli 28 di maggio 1647 havendo inteso li giurati di Jaci li tumulti delli populi di Palermo e Catania, dubitando di non fare lo simile li suoi , scrissero subito al Vicere’ per ottenere la licenza di levare le gabelle che erano sopra il pane ; et nell’interim che si stava aspettando il corriero da Palermo ; esposero il SS.mo Sacramento nella Matrice Chiesa per la orazione di quarantore, pregando Sua Divina Maesta’ per la quiete e pace delli popoli. Alli 4 di giugno venne la risposta del Vicere’ ,  per la quale si diceva che havessero levato le gabelle sopra del  pane e le imponessero sopra altra cosa benvista da detti giurati. E stando detti Giurati considerando il modo per lo quale potessero fare quello che ordinava il Vicere’ e dare soddisfazione alli popoli, in un tratto si radunarono molti homini e donne di bassa conditione ed andaro alla Loggia delli Giurati ad incominciarono a gridare che volevano lo pane grande e che si levassero le gabelle. Per il che dubitando li detti Giurati et anco il Capitanio di succedere qualche tumulto, subito fecero publicare il Bando che le erano levate le gabelle del Pane , vino , formaggio, oglio, e carne, conforme li detti popoli desideravano. Et inteso detto Bando dalli popoli , si retiraro e stettero doppo sempre quieti.

(dalle Cronache del Sac. Tommaso Lo Bruno)

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments