Piccola storia di Jaci – la VII Fiera dell’Jonio …a pagamento.

Dal 16 al 31 luglio del 1938, anno 16 e.f., si svolgeva la VII edizione della Fiera dell’Jonio nel Giardino Vittorio Emanuele III. La Fiera oramai era affare della Federazione Fascista Catanese guidata da Pietrangelo Mammano, infatti questa edizione veniva curata con particolare sfarzo e con una massiccia propaganda sugli organi di stampa. Nel dopoguerra, infatti, il dott. Fichera , uno dei padri fondatori della Fiera, si rammaricava che la manifestazione, nata con pochi fondi e tanto volontariato del Dopolavoro Comunale, veniva strappata alla organizzazione locale per farne passerella degli alti gerarchi, non ultimo Achille Starace segretario nazionale del partito.

All’interno della Fiera venivano allestiti decine di padiglioni dedicati all’artigianato della provincia etnea col contorno di tante manifestazioni come la mostra cinofila , l’opera dei pupi , l’esibizione dei “Canterini” e l’adunata delle Donne rurali, il costo d’ingresso era di una lira. Tra i visitatori di riguardo si registrava la presenza di Filippo Marinetti.

Fonte storica “Eia, Eia Allala cronache del ventennio acese dell’avv. Felice Saporita.

Nella foto porzione della locandina pubblicata dal prof. Domenico Torrisi.