Pon “ Legalità 2014-2020”. Di Prima: “Proficuo rapporto di collaborazione tra il nostro Comune e la prefettura”

ACIREALE – Si è svolto il 4 dic. 2019 alla Prefettura di Catania un incontro nell’ambito del Pon Legalità 2014-2020. Il “programma del pon legalità 2014 – 2020 agirà nelle cinque Regioni «meno sviluppate» – Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia -, Regioni caratterizzate da fenomeni criminali eccezionali che pongono un significativo freno alle potenzialità di sviluppo socio-economico.”

Sono diverse le opportunità di finanziamento per i potenziali beneficiari, individuati secondo ciascun Asse prioritario, di ottenere finanziamenti a valere sulle risorse del PON “Legalità” 2014-2020. Vediamo quali sono gli assi presenti all’interno del pon legalità. Asse 1: Rafforzare l’azione della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzataAsse 2: Rafforzare le condizioni di legalità delle aree strategiche per lo sviluppo economicoAsse 3: Favorire l’inclusione sociale attraverso il recupero dei patrimoni confiscati e di altri beni del patrimonio pubblicoAsse 4: Favorire l’inclusione sociale e la diffusione della legalitàAsse 5: Migliorare le competenze della PA nel contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzataAsse 6: Assistenza TecnicaAsse 7: Accoglienza e Integrazione Migranti.

Acireale è uno tra i Comuni capofila, si legge dalla nota stampa che “il primo progetto verte in materia di “Scouting” di fondi europei al fine di attrarre risorse disponibili nel quadro degli strumenti di sostegno comunitario; il secondo progetto, invece, ha come obiettivo la costituzione di una Task Force di esperti incaricati di fornire supporto agli enti locali nella predisposizione, revisione e monitoraggio periodico dei piani di prevenzione e contrasto della corruzione”.

Ha dichiarato l’assessore Mario Di Prima: “E’ sicuramente motivo di orgoglio per la nostra città essere tra i comuni capofila dei 2 progetti finanziati alla Prefettura di Catania. Ieri il primo incontro programmatico durante il quali abbiamo gettato le basi per un proficuo rapporto di collaborazione tra il nostro comune e la prefettura, sia nell’ambito dell’anticorruzione e legalità, sia per quanto riguarda l’individuazione di fondi europei a beneficio del nostro territorio”

(red)