Free Porn





manotobet

takbet
betcart




betboro

megapari
mahbet
betforward


1xbet
teen sex
porn
djav
best porn 2025
porn 2026
brunette banged
mercoledì, Giugno 19, 2024
Google search engine
HomeNewsRegionali 2017, Acireale continuerà ad essere il granaio del centrodestra?

Regionali 2017, Acireale continuerà ad essere il granaio del centrodestra?

Riguardando i risultati delle precedenti elezioni Regionali dal 2001, da quando il Presidente viene eletto direttamente, appare evidente come Acireale sia sempre stato un feudo del centrodestra:

  • 2001 Cuffaro 70% – D’Antoni (centro) 13% – Orlando 17%
  • 2006 Cuffaro 71% – Borsellino 22% – Musumeci 6%
  • 2008 Lombardo 81% – Finocchiaro 16%
  • 2012 Miccichè 28% – Musumeci 26% – Crocetta 28% – Cancellieri 12% – Fava (Marano) 4%

Nel 2012 il risultato è stato meno drammatico per i nuovi innesti nel centrosinistra, l’UDC  con campioni di preferenze come Primavera, Nicotra, Sammartino e Barbagallo transitato nel PD.  Giorno 5 il csx riceverà l’apporto dell’armata di D’agostino, quasi 4.000 preferenze nel 2012. Resta da vedere che impatto avranno i 5 stelle, che alle passate regionali si sono fermati ad un misero 12%.

Ho riportato anche i voti dei candidati che hanno raccolto i maggior consensi. Sia nel 2012 che nel 2008 si è imposto Nicola D’agostino con 3.996 e 3.018 voti. Nel 2006 il più votato fu Seby Leonardi con 2.693 voti.

Altro dato che trovo significativo è che in cima alle classifiche si trovano, soprattutto fra il cdx,  molti candidati non acesi. Persone che sicuramente non hanno un radicamento nel territorio e che non sono mai state presenti ad Acireale. Probabilmente vengono suggeriti dai detentori di pacchetti di voto, chissà con quale forma di intermediazione con i beneficiari finali.

Curioso che fra i più votati ad Acireale ci sono Capuana e Rotella sfiorati dallo scandalo del Santone di Lavinia.

E nel frattempo chiaramente c’è sempre una maggiore disaffezione al voto.  Alle ultime si è scesi al 61%, ancora alto rispetto al resto della Regione dove sfiora il 50%, ma lontanissimo dalla punta del 77% del 2008.

(stefano alì)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments