Acireale, ad un passo dalla zona rossa.

Aumentano i contagi fino a raggiungere percentuali che porterebbero Acireale a patire le restrizioni previste in zona rossa. Si legge, tra l’altro, nel comunicato stampa del Comune di Acireale: “le percentuali sono tali da non potere escludere l’inserimento della nostra città nella zona rossa, posto che la soglia dei “positivi” che conduce alla posizione più restrittiva è assai vicina in termini di percentuali”.

La percentuale di positività in città, dopo un momento di decrescita, è tornata a salire fino ad arrivare alla soglia di 250 su 100 mila abitanti che è il limite che se superato conduce nella zona rossa. Acireale se dovesse superare i limiti di 129 positivi si ritroverebbe, quindi, dentro la colorazione peggiore nella scala cromatica decisa dal governo. Sempre nel comunicato stampa leggiamo: “Questa eventualità, al momento, appare scongiurata, ma soltanto per poche unità, appena 5, posto che la somma dei nuovi positivi relativa all’ultima settimana risulta essere di 124”.

Il sindaco Alì ha dichiarato che è in “attesa di conoscere i dati relativi alla giornata odierna e, sotto questo aspetto, non possiamo nascondere la nostra preoccupazione”. Poi continua affermando che “i dati più recenti non sono affatto confortanti…”.

Possiamo ancora evitare di andare a finire nell’inferno della zona rossa? Difficile rispondere a questa domanda, certamente dobbiamo rispettare le norme anticovid, evitare di frequentare luoghi affollati e sperare che i controlli delle forze dell’ordine possano sempre essere puntuali e rigorose. Dal comportamento di ognuno di noi dipende non solo la protezione della salute pubblica ma anche la possibilità per alcuni settori produttivi e commerciali di non andare incontro ad un’ulteriore devastante chiusura delle attività.

(mAd)