CAPONATA DI TONNO IN AGRODOLCE

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo una ricetta della nostra bella Sicilia “LA CAPONATA DI TONNO IN AGRODOLCE.” Un delizioso e tradizionale secondo piatto della cucina siciliana che non è altro che una variante della classica caponata di verdure.

Il nome “caponata” deriva dal tipo di pesce che si usava una volta, il Capone, un pesce azzurro economico che veniva insaporito e arricchito con il tipico condimento agrodolce. Oggi invece esistono diverse varianti, da quella classica realizzata con “sole verdure”, a quella con il tonno o il pesce spada. Ma l’ingrediente base indiscusso della caponata non possono che essere le melanzane, i peperoni, il sedano e cipolle, rigorosamente fritte uno ad uno separati dagli altri ingredienti e in abbondante olio.

Realizzare questo piatto ricco e colorato è semplice, basterà seguire pochi e semplici passaggi per ottenere un piatto di tutto rispetto e dal sapore inconfondibile.

La caponata al tonno fresco può essere servita tiepida ma è preferibile fredda come antipasto o secondo piatto, ma può diventare anche un gustoso piatto unico se arricchito con riso o cous cous.

INGREDIENTI
1kg Tonno (fresco)
4 Melanzane
3Peperoni (rossi)
3Peperoni (gialli)
4 Pomodori (maturi)
2 coste di Sedano
3Cipolle (bianche)
100 Olive (verdi denocciolate)
50 gr Pinoli
60 gr Uva sultanina
Olio extravergine di oliva
Aceto (di vino rossoo)
Zucchero
Basilico (fresco)
Sale

PREPARAZIONE

Il segreto di una buona caponata sta nel friggere tutti gli ingredienti uno ad uno e mai tutti insieme. Ogni volta cambiate l’olio e iniziate una nuova frittura.

Affettate finemente la cipolla. Mettetela da parte.

Lavate e riducete i peperoni a dadini. Friggeteli in una padella antiaderente in abbondante olio. Metteteli da parte.

Dopo aver fritto i peperoni, lavate la padella e mettete altro olio pulito, fatelo scaldare. Nel frattempo tagliate le melanzane a dadini di circa 1 centimetro, friggetele nella padella con il nuovo olio. Appena fritte, mettetele ad asciugare su carta assorbente. Mettetele da parte.

Ora, ripulite la padella e aggiungete nuovo olio, fatelo scaldare e dopo aver pulito il sedano, riducetelo a tocchetti e aggiungetelo alla padella nell’olio caldo, aggiungete pure la cipolla già tritata. Mettete da parte.

Prendete ora una padella bella capiente e metteteci dentro i peperoni, le melanzane, la cipolla e i sedano già fritti.

Riducete i pomodori a dadini e uniteli nella padella insieme a tutte le altre verdure, unite pure foglie di basilico e regolate di sale.

Ammollate l’uvetta, strizzatela e unitela alle verdure insieme alle olive e ai pinoli. Aggiungete ora lo zucchero e sfumate con l’aceto di vino rosso. Proseguite la cottura per altri 10 minuti.

Tagliate il tonno fresco a tocchetti non troppo piccoli e
in una padella a parte, scaldate un pò di olio extravergine di oliva e cuocete il tonno per 3 minuti a fiamma vivace rigirandolo spesso.

Una volta cotto pure il tonno, aggiungetelo a questo punto nella padella insieme a tutte le verdure già fritte (Caponata) e fate saltare il tutto per qualche istante affinchè tutti gli ingredienti si amalgamano e si insaporisca il tonno insieme alla caponata in agrodolce.

Ecco a voi la vostra caponata di tonno che dovete Lasciare raffreddare completamente prima di servire. (Foto Web)

Buon appetito da
(Panza e Prisenza)