Carnevale 2022, stesso contributo del 2021. L’assessore Manciagli: “Se vi saranno dei fondi risparmiati andranno per il miglioramento delle condizioni della Cittadella del Carnevale”.

ACIREALE – Il carnevale non si ferma mai. L’organizzazione del principale evento cittadino, malgrado le incognite dovute alla pandemia, malgrado una quota dei premi sono stati pagati nell’edizione 2021 e considerato che non vi saranno nuove opere dei maestri artigiani, riceverà il contributo intero pari a 595mila euro. Abbiamo sentito l’assessore al Turismo Fabio Manciagli.

L’INTERVISTA

mAd: Assessore Manciagli abbiamo letto l’atto di indirizzo della giunta amministrativa n°262 del 29/12/’21 e ci siamo accorti che il contributo che l’Ente da alla Fondazione del carnevale è rimasto invariato rispetto al 2021. Stiamo parlando di 595mila euro e non riusciamo a comprendere bene come mai rimane lo stesso importo se i premi sono stati in parte pagati per i vari concorsi e non vi saranno opere di nuova realizzazione. Ci aiuti a capire meglio.

Fabio Manciagli (assessore al Turismo): “Noi per quanto riguarda la delibera del contributo del 2021 siamo in attesa del consuntivo per vedere se tutte le somme sono state spese per intero. Come è noto il consuntivo sarà disponibile il 31/12, ma c’è anche da dire che per l’edizione 2021 è stato pagato ai maestri artigiani solo il rimborso spese e il premio minimo ma ancora ci sono da pagare le somme restanti dei premi più un ulteriore rimborso spese perché tutte le volte che le opere si spostano dalla Cittadella per entrare nel circuito hanno bisogno di ulteriori risorse economiche. Va ricordato che per organizzare il carnevale la Fondazione ha bisogno di una certa sicurezza e stabilità economica che può garantirgli il contributo dell’Ente, inoltre c’è un passaggio nella delibera dove si specifica che eventuali somme restanti si dovranno impegnare per la ristrutturazione della Cittadella. Quindi abbiamo confermato lo stesso contributo del 2021 ma se rimangono delle somme andranno per dare un concreto miglioramento alla Cittadella del Carnevale. In ogni caso possiamo già affermare che tra il 2021 e il 2022 si prevede un risparmio”.

Assessore Manciagli, provo a fare una sintesi di quanto appena da lei affermato. Il contributo del 2022 è uguale a quello del 2021 malgrado i carri sono gli stessi e non vi sono nuove realizzazioni e se ci saranno delle somme risparmiate, da qauntificare a consuntivo, allora le stesse saranno utilizzate per dare una sistemata alla Cittadella del Carnevale. Ho detto bene?

Fabio Manciagli (assessore al Turismo): “Si, è corretto. Consideriamo anche che nel 2021 non sono state realizzate eventi importanti ma ci sono stati comunque numerosi eventi collaterali che hanno certamente avuto dei costi”.

mAd: Chiedo ancora una volta. Il premio per gli artigiani sarà comunque uno solo. Nello specifico quello del 2021. Esatto?

Fabio Manciagli (assessore al Turismo): “Certamente, i premi saranno quelli dell’edizioni 2021, come detto prima in minima parte sono stati pagati nel 2021 ma sarà con il contributo del 2022 che si completeranno i pagamenti dei premi”.

mAd: In conclusione desidera aggiungere ancora qualcosa?

Fabio Manciagli (assessore al Turismo): “Capisco bene che questa delibera possa fare discutere e far sorgere dei dubbi anche in riferimento alla pandemia covid ma bisogna dire alcune cose: la fondazione del carnevale deve organizzare l’evento come se tutto dovesse andare per il meglio anche se siamo coscienti che molto probabilmente a febbraio non sarà possibile svolgere la manifestazione ma dobbiamo, comunque, sperare ed augurarci che la manifestazione carnevalesca possa comunque svolgersi nei mesi a seguire magari tra aprile e maggio. E’ per questa ragione che è necessario che la fondazione abbia una certezza economica derivante dal contributo dell’Ente. Del resto sappiamo che la macchina organizzativa del carnevale avrebbe bisogno di molta più pubblicità e tempi più lunghi per l’organizzazione, tempi che, purtroppo, sono ridotti al minimo e tutti sappiamo che non si può organizzare oggi per domani. Ecco perché eroghiamo il contributo con mesi di anticipo, per fare andare avanti la macchina organizzativa perché come è noto il carnevale è la manifestazione più importante per l’amministrazione, per la città e per l’indotto che genera”.

(mAd)