lunedì, Marzo 4, 2024
Google search engine
HomePanza e PrisenzaCUCUZZA BAFFA ALL’AURUDUCI”

CUCUZZA BAFFA ALL’AURUDUCI”

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo una ricetta che gentilmente ci ha richiesto Corrado Trovato, nostro carissimo e affettuoso amico che segue da sempre questa rubrica di cucina. Per lui, un regalo speciale a “CUCUZZA BAFFA ALL’AURUDUCI” Si tratta di un piatto, usato come antipasto o come contorno, dal gusto particolare, inconfondibile, prelibato. Del resto con la zucca gialla si può creare una varietà di piatti uno tra questi è il risotto e i tortelli.

A Palermo è conosciuta come “u ficatu di setti cannola” (fegato in agrodolce)

A cucuzza all’auruduci, antico piatto palermitano cucinato e venduto nelle bancarelle dei venditori ambulanti della Vucciria, uno dei mercati più belli, antichi e popolari della città di Palermo vicino la fontana del Garraffello.

La zucca in agrodolce ricalca la stessa genesi perché altro non sarebbe se non un piatto che i signori del tempo erano soliti mangiare (il fegato in agrodolce). La fantasia popolare ha ben pensato di sostituire il fegato con la zucca. E i cannoli? La definizione sembra legata alla Fontana del Garraffello che si trova nel quartiere della Vucciria. Accanto a questa fontana, dotata di sette cannule d’acqua, era solito trovarsi un venditore ambulante che vendeva la zucca in agrodolce già pronta. Da qui il nome del piatto”ficatu di setti cannola”. Tutto ha una spiegazione!

INGREDIENTI
600 gr di Zucca Baffa già pulita
2 spicchi di Aglio
1 bicchiere di aceto rosso
1 cucchiaio di Zucchero
Foglie di menta
Sale
Olio Extravergine di Oliva

PREPARAZINE
Pulite la zucca rossa dalla buccia e dai semi interni, tagliatela spessa circa 2 cm

In una bella e grande padella antiaderente mettete l’olio sul fondo e fatelo riscaldare, quando sarà pronto friggete le varie fette e tenetele dentro un paio di minuti per ogni lato. Fatele dorare per bene. Dovete essere brave a fare una frittura a fuoco dolce e fare in modo che l’olio non si bruci.

Ora togliete un pò di olio e aggiungete gli spicchi di aglio tagliati, fate insaporire. Quando l’aglio comincerà a diventare scuro, toglietelo e aggiungete l’aceto in cui avete fatto sciogliere lo zucchero. Rimestare di tanto in tanto, fate insaporire dolcemente il tutto affinchè l’aceto sfumi un pochino e lo zucchero insaporisca la zucca.
L’agrodolce fatelo più o meno dolce in base ai vostri gusti personali.

La vostra deliziosa, profumata, gustosa e siciliana cuccuzza baffa all’uruduci è pronta. Ottima da servire calda su una buona fetta di pane casereccio e fredda come contorno o antipasto.

Buon appetito da
(Panza e Prisenza)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments