Il riposo dei commercianti

IMG_0003

Oggi è rosso nel calendario: la festa, anzi la “caminata di Santu Stefunu” per tante famiglie è un “must”. Il riposo di chi lavora, di chi investe capitali ed energie nella propria attività, è sacrosanto.
I commercianti acesi, stanchi del grande lavoro nel periodo prenatalizio, hanno tenuto oggi le saracinesche chiuse e si sono dedicati alla sacrosanta “arrustuta di sasizza” complice la bellissima giornata.
Peccato che nei due giorni di chiusura dei centri commerciali,  nessuno abbia avuto la bellissima idea di aprire le saracinesche e cercare di fare incasso. Eppure sono due giorni che il Centro Storico è stato invaso da persone, migliaia di persone.
Il giorno di Natale è comprensibile, sarebbe stato fuori luogo aprire, ma oggi poteva essere l’occasione di poter guadagnare qualche euro e qualche cliente togliendoli al centro commerciale concorrente.
Se il nostro centro storico deve diventare un Centro Commerciale Naturale, da qualche parte si deve cominciare. Oggi ci siamo subiti lo smog delle auto, noi tutti che eravamo al Centro Storico. Oggi abbiamo raccolto le lamentele di chi ci diceva che è assurdo non tenere chiuso un centro storico così bello. Oggi abbiamo raccolto le lamentele di tante persone che si chiedevano il perchè i negozi del Centro Storico fossero chiusi.
Io non ne capisco di commercio, chiedendomi il perchè oggi le saracinesche dei commercianti fossero rimaste chiuse, fidandomi tantissimo di un amico, il dott. Francesco Sorbello dirigente della Confcommercio di Catania, gli  rivolgerò la domanda di cui sopra.
Io chiedo al mio amico e Sindaco Roberto Barbagallo la immediata e definitiva chiusura del Centro Storico. E’ stato delizioso passeggiare per il Corso Umberto la Notte di Natale, senza traffico e senza veleni nell’aria.
Intanto godiamoci la “caminata di Santo Stefano” e buona grigliata a tutti.
P.S. il negozio messo in copertina non è una provocazione per i due Mario, Russo e Musmarra, ma un apprezzamento per un altro Mario, loro impiegato, che sempre paziente e gentile, riesce sempre a vestirmi in modo decoroso e a prezzi ragionevoli.
(santodimauro)