Il sindaco Alì e l’assessore Manciagli chiedono alla Regione più risorse per il carnevale

ACIREALEIl sindaco Alì e l’assessore al turismo Manciagli, con una lettera indirizzata al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e agli assessori regionali al turismo, beni culturali ed economia e ai dodici eletti all’ars nella circoscrizione di Catania, chiedono di “inserire nel bilancio regionale un capitolo dedicato” al carnevale di Acireale, affinché la Regione “possa fornire un proprio contributo alla riuscita della manifestazione…”.

Il sindaco Alì e l’assessore Manciagli chiedono al presidente Musumeci “un intervento finanziario concreto, in special modo durante questo periodo di emergenza, risulterebbe particolarmente gradito, soprattutto se concesso da questo governo regionale e da questo parlamento regionale che, in varie circostanze, hanno dimostrato – con i fatti – di essere distanti dalle logiche partitiche o di schieramento politico, soprattutto dinanzi a quanto risulta oggettivamente “bello” e capace di veicolare il nome della nostra Isola nel migliore dei modi, laddove si iscrive Acireale ma si legge Sicilia”.

Sin dal suo insediamento il sindaco Alì ha sempre espresso il concetto che il carnevale è una manifestazione assai onerosa per la casse comunali e che “deve riuscire a sostenersi da sola”. In varie comunicazioni il sindaco ha anche affermato che il carnevale acese, grazie allo sbigliettamento, vedrà di anno in anno vedere ridotto il contributo comunale. Di fatto, il primo anno dell’amministrazione Alì, il contributo pubblico venne ridotto dell’11%, l’anno successivo, però, viste le difficoltà economico finanziarie della fondazione del carnevale, il contributo pubblico dell’Ente comunale non venne ulteriormente ridotto. Adesso, però, appare evidente che l’esborso di quasi seicento mila euro per la manifestazione più le altre spese che la stessa comporta per l’Ente appare, in un periodo in cui le difficoltà economiche sono tante e complesse, sempre più difficile da sostenere. Ecco che sindaco e assessore provano a chiedere alla Regione Siciliana un impegno più sostanzioso e che possa agevolare significativamente la riuscita della manifestazione.

La Regione Siciliana dedicherà un capitolo di bilancio per il carnevale di Acireale? I dubbi sono tanti del resto è innegabile che le difficoltà economiche e finanziare di tutta l’isola non sono certo da prendere alla leggera. In ogni caso finanziare con soldi pubblici il carnevale di Acireale sembra essere l’unica strada possibile per far continuare a vivere la manifestazione visto che gli sponsor privati e l’indotto generato non sono mai riusciti a dare un supporto sufficiente alla manifestazione. Va anche ricordato che sulle spalle della Fondazione del Carnevale gravano rate di un mutuo acceso proprio per tentare di uscire dalla crisi emersa con i conti dell’edizione del 2019.

(mAd)