INSALATA CON CIPOLLE DI TROPEA E POMODORI

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo una ricettina solo per intenditori. “INSALATA CON CIPOLLE DI TROPEA E POMODORI” Ricetta semplice, profumata, gustosa e velocissima da preparare. In estate credo sia un piacere assoluto preparare un’insalata così semplice e gustosa. Chi ama la cipolla come me che ne faccio largo uso per qualsiasi pietanza che cucino, era naturale che prima o poi proponessi questa ricetta e sono certa che tanti miei amici, farà piacere leggere.

L’insalata con pomodori e cipolle si prepara quando si ha voglia di un pasto veloce, sano e ricordate che la dieta mediterranea offre tantissime soluzioni, proprio come questa. Perfetta per tutti coloro che vogliono mangiare un pasto semplice ma sfizioso, e ideale sia per il pranzo che per la cena. Inoltre, trattandosi di ingredienti salutari, non dovreste riscontrare problemi digestivi o di intolleranze. Gli unici a doverla mangiare con moderazioni sono le persone con problemi di intolleranza al nichel.

I pomodori dovrebbero sempre esseresempre sulla tua lista della nostra spesa.
Mangiare tanti pomodori, in qualsiasi modo possibile, è sempre una grande cosa. Questo alimento ha infatti innumerevoli proprietà salutari che non dovremmo mai sottovalutare. In primo luogo, sappiate che i pomodori contengono una quantità impressionante di licopene, un potente antiossidante contenuto soprattutto nella “buccia”. Inoltre, contengono il beta-carotene, la vitamina E e la vitamina C.

La Cipolla di Tropea dolcissima, croccante e rossa, sono queste le caratteristiche che rendono tanto desiderata e appetibile la “Cipolla Rossa di Tropea Calabria”, definita per le sue qualità “Oro Rosso di Calabria”. L’insalata con i pomodori giusti e questa delizia chiamata “cipolla” condita con l’olio giusto, quello buono veramente e accompagnata da un buon pane casereccio, credo che sia un piatto

In Calabria, sembra che la cipolla sia stata introdotta dai Fenici nella zona del vibonese e, grazie ad importanti vie commerciali dell’epoca come il porto di Parghelia, diffondendosi in quel tratto di costa tra i mari “lametino” e “viboneto” .

Questo prodotto si diffonderà con maggiore intensità nel periodo borbonico, quando verrà introdotta e richiesta dai mercati del nord Europa, diventando ben apprezzata.
I primi ed organizzati rilevamenti statistici sulla coltivazione della cipolla in Calabria sono riportati nell’Enciclopedia agraria Reda (1936 – 39). Con l’intensificarsi degli scambi commerciali alla metà del 1950, fu anche conosciuta ed apprezzata nei mercati d’oltre Oceano.

INGREDIENTI
5 Pomodori non troppo maturi (della varietà cuore di 2 belle Cipolle rosse di (Tropea)
1Cetriolo (Citrangolo)
1cuore di Sedano
Origano
Aceto di vino rosso
Olio extravergine di oliva
sale
Ps. (A piacere si possono aggiungere dei filetti di accighe e olive verdi)

PREPARAZIONE
Lavate bene i pomodori e tagliateli a spicchi

Pulite la cipolla, affettatela e mettetela in acqua fredda per 5 minuti. Dopo averla scolata bene unitela ai pomodori.

Lavate, asciugate e tagliate a rondelle non troppo sottili il cetriolo o (citrangolo) . Unite anche questo ai pomodori.

Lavate e asciugate il cuore del sedano, tagliuzzatello a tocchetti. Unitelo ai pomodori.

Se aggiungete pure un paio di filetti di acciughe dissalate e un pò di olive verdi denocciolate… Beh, che ve lo dico a fare, viene fuori un piatto principesco.

L’olio extra vergine d’oliva è un ingrediente obbligatorio, purché sia di quello buono Condite dunque con l’olio (siate generosi), aggiungete cucchiai d’aceto, sale, e origano. Mischiate bene tutto e servite. (Foto Web)

Buon appetito da
(Panza e Prisenza)