lunedì, Marzo 4, 2024
Google search engine
HomeCronacaLe associazioni Eralavò e “Vie Traverse” decadono dalla Consulta della Cultura

Le associazioni Eralavò e “Vie Traverse” decadono dalla Consulta della Cultura

ACIREALE – Ricordate Eralavò e le sue partecipate e creative iniziative per la promozione della lettura, del coinvolgimento dei bambini e dell’intero quartiere Suffragio? Si andava alle “chiazzette” sin dal mattino insieme a tanti bambini, due passi nello splendido scenario naturale e il pic-nic, le estemporanee di street art e tanti racconti letti per soddisfare la curiosità dei più piccoli e non solo. Nella sua quinta edizione di maggio 2019 abbiamo sentito le parole di una degli organizzatori Maria Continella. “Eralavò si è sempre realizzata con un co-finanziamento. L’associazione partecipa con la metà dei fondi e il Comune la restante parte, quest’anno abbiamo fatto la richiesta come gli altri anni ma il finanziamento non è arrivato… e così quest’anno non abbiamo la forza per organizzare il festival come avremmo voluto. Ci siamo comunque riuniti in piazza per fare tutto quello che ci è possibile…”

Ricordate “Vie Traverse” e gli incontri culturali alcuni dei quali incentrati sul tema dell’antimafia? L’associazione, tra le tante iniziative culturali, ricordiamo la presentazione del libro “The Truman boss” di Vincenzo Balli e Giuseppe Lo Bianco, un incontro intorno alla figura e la storia del compianto Francesco Vecchio, l’incontro con Simona Meriano autrice del libro: “Stupro etnico e rimozione di genere”,  l’incontro “La verità nascosta. “Menti raffinatissime” con il presidente della commissione regionale antimafia Claudio Fava, Liberiamo dalle auto piazza Peppino Impastato e tanto altro ancora.

Ad Acireale il 25 gennaio 2019 si insedia la Consulta della Cultura e viene nominato presidente l’avv. Salvo Emanuele Leotta, il 22 gennaio 2021 il presidente Leotta invia una nota all’Ente in cui comunica che l’Associazione culturale “Eralavò”e Associazione culturale “Vie Traverse” “risultano inattive da tempo e, di riflesso, non partecipano alle attività e alle riunioni della Consulta”. Ed ecco che viene applicato l’art. 7 del Regolamento della Consulta della Cultura che “stabilisce fra l’altro che “il componente che risulti ingiustificatamente assente per più di due assemblee consecutive, verrà dichiarato decaduto dalla Consulta stessa”.

Siamo convinti che si può fare cultura, promuovere il territorio e produrre iniziative anche al di fuori della Consulta della Cultura ed è con questa speranza che ci auguriamo di rivedere presto le iniziative di Eralavò e Vie Traverse che, insieme e in campi diversi, con le loro iniziative culturali hanno certamente alzato il livello culturale della città di Acireale.

(mAd)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments