sabato, Aprile 20, 2024
Google search engine
HomePanza e PrisenzaSPAGHETTI ALLO SCOGLIO ALLA FONTANESCA. (RICETTA DI FABIO FONTANESCA)

SPAGHETTI ALLO SCOGLIO ALLA FONTANESCA. (RICETTA DI FABIO FONTANESCA)

Buongiorno liberi navigatori.

Oggi per la nostra rubrica “Panza e Prisenza” vi proponiamo una squisitezza unica e delicata specialità culinaria del nostro amico Fontanesca. ” SPAGHETTI ALLO SCOGLIO ALLA FONTANESCA” . Nel tempo libero Fabio, si dedica con passione alla preparazione di piatti gustosi e prelibati. Specializzato soprattutto nella preparazione di primi piatti di mare, intramontabili e sempre ben accetti dai suoi commensali. Queste linguine, che ha preparato ieri, è un piatto adatto per ogni stagione dell’anno ed è sempre gradito in ogni occasione. Bisogna avere solo un pò di pazienza e tempo a disposizione per pulire cozze e vongole, ma i passaggi per realizzare questo grande classico della cucina sono semplici e veloci. Cozze, vongole, gamberi, gamberetti e calamari sono i protagonisti del sugo di questo piatto sontuoso e prelibato. Un vero capolavoro.

Ecco a voi, la ricetta esclusiva di Fabio.

“INGREDIENTI

1 kg Pomodoro datterino
1 kg di Vongole
1,5 kg di Cozze
500 gr di Gamberetti
10 Pz Gambero rosso di mazzarra del Vallo
2 Calamari
1 Scorfano 700 grammi circa
1 mazzo di prezzemolo

PREPARAZIONE DEGLI INGREDIENTI.

Sgusciate il gambero ed elimininate l’intestino, lasciandolo in un contenitore con un filo d’olio, aggiungete solo un pizzico di sale.

Preparate un pentolino dove inserirete 1 lt di acqua lo scorfano (se non è stato ripulito procedete alla desquamazione ed eliminazione delle interiora) 400 grammi di pomodorino, sale, pepe e le teste dei gamberoni.

Lasciate cuocere il tutto per circa 45 minuti, poi procedere a schiacciare il contenuto con un colino e continuate la cottura per altri 20 minuti, alla fine procedere a setacciate il tutto al fine di avere un brodo privo di alcun residuo.

Mettete le vongole in un contenitore sommergerle con dell’acqua ed aggiungere del sale lasciando per qualche ora al fine di farle spurgare dalla sabbia.

Prendete un recipiente o utilizzare la vasca del lavandino per proseguire con la pulizia delle cozze, strofinarle l’un l’altra in maniera energica, sciacquartele e procedete nuovamente con l’operazione, proseguite eliminando il bisso.

Procedete con la pulizia del calamaro

Iniziate le operazioni sciacquando i calamari e sotto acqua corrente , poi con le mani staccate delicatamente la testa dal mantello e tenetela da parte . Una volta estratta la testa, sempre con le mani, cercate la penna di cartilagine trasparente che si trova nel mantello ed estraetela delicatamente passate a pulire la parte esterna e poi ripulite la parte interna priva di ogni parte sotto l’acqua, proseguite tagliando ad anelli gli stessi.

PREPARAZIONE
Utilizzeremo una padella di acciaio inox .
Spargete un filo d’olio in padella a fuoco alto, una volta raggiunta la temperatura desiderata aggiungete le vongole del vino bianco e lasciate sfumare a fiamma moderata per qualche minuto, una volta che le vongole saranno aperte filtrate l’acqua di cottura e la mettete da parte.

Utilizzate lo stesso procedimento per le cozze

Procedete spargendo dell’olio extra vergine in padella, aggiungete il prezzemolo precedentemente finemente tagliato e la restante parte dei pomodorini tagliati in 4, mantenete la fiamma viva per 5 minuti e procedete aggiungendo i gamberetti a distanza di 3 minuti inserite le vongole e le cozze separate dal guscio, lasciate cuocere per 5 minuti aggiungendo sale e pepe q.b spegnete la fiamma ed inserite i gamberoni ed i calamari, coprite con un coperchio.

Preparate la pentola versando per metà acqua e per metà il brodo precedentemente preparato, volta raggiunto il punto di ebollizione aggiungete il sale e 350 gr di linguine (io, scelgo le Voiello o le Poiatti derivate da grano e molatura in italia) tempo di cottura 9 minuti al 6° scolate la pasta e la lasciate finire di cuocere all’interno della padella con il condimento aggiungendo la parte restante del brodo.

Un consiglio procuratevi del pane casareccio alla fine la scarpetta è d’obbligo” (FOTO DI FABIO)

Buon appetito da
(Panza, Prisenza e Fabio)

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments