M5S, Coco:”Il nostro progetto va avanti, senza condizionamenti dall’on. Foti”

All’indomani della notizia dell’espulsione dell’onorevole Angela Foti dal Movimento 5 Stelle, ci si interroga sulle inevitabili ripercussioni per la vita politica acese. La deputata Angela Foti è stata il punto di riferimento del Movimento ad Acireale e del progetto che ha portato Stefano Alì sulla poltrona di primo cittadino. E ora che succede a Palazzo di Città?  Abbiamo parlato con Francesco Coco, capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio comunale.

“Francesco Coco sarà ancora il capogruppo del M5S? Ci sarà il gruppo così come è stato costituito oppure i “fotiani” come Doriana Zappalà seguiranno un altro percorso vista l’espulsione del loro principale riferimento politico? I puri del M5S acese come Camelia e D’Angelo resteranno nel movimento? E se Alì decide di transitare in Italia Viva continueranno a sostenerlo?”, ci chiedevamo stamattina.

Francesco Coco, pur consapevole del clima politico, ci consegna un ragionamento che in teoria non fa una piega.

«Da quello che so in questo momento, non dovrebbe cambiare nulla. Io resto nel Movimento e non ho notizie differenti dagli altri consiglieri. Ovviamente al più presto ci incontreremo e faremo chiarezza. Ho saputo tutto dall’onorevole Foti lo stesso giorno, è ancora una fase a caldo, bisogna valutare l’evolversi della situazione. Io rispetto le decisioni degli altri. Ma è chiaro che il nostro programma non cambia di una virgola rispetto alle vicende politiche dell’onorevole Foti. Io ho fatto parte di questo progetto che ha portato Alì a fare il sindaco. Abbiamo aderito a un progetto, a un programma e al Movimento. E’ come in un matrimonio, tutti possiamo trovare difetti nell’altro, soprattutto quando ci si molla, ma bisogna sempre pensare al percorso fatto, a cosa rappresentava e rappresenta oggi. Non si butta via tutto. Non tutto è condivisibile, non tutte le scelte fatte a livello nazionale, regionale e locale, sono sempre condivisibili, ma un Movimento non può essere perfetto. Come capogruppo mi sento di dire che il nostro progetto va avanti, senza condizionamenti da parte dell’onorevole Foti, che per noi è stato senza dubbio un riferimento importante. Ognuno è responsabile delle sue scelte. Il nostro progetto va avanti per come lo abbiamo programmato e personalmente non ho notizie diverse nemmeno dal sindaco».

L.C.