Mozione: 5G e tutela della salute pubblica

ACIREALE – La questione istallazione tecnologia 5G arriva in consiglio comunale con una mozione a firma trasversale. Mentre il mondo scientifico non ha ancora trovato una definizione univoca rispetto a questa nuova tecnologia di trasmissione dati, ad Acireale la politica si interroga sulla necessità o meno, sulla pericolosità o meno di questi nuovi impianti. Ed ecco che arriva in aula una mozione che interroga l’amministrazione Alì sulla questione 5 G.

LA MOZIONE

Alla cortese attenzione del Sindaco del Comune di Acireale

E p.c. All’Assessore all’Ambiente

Dott. Daniele La Rosa

Al DIRIGENTE delll’Ufficio Ambiente

Ing. Andrea Giudice

Oggetto: Mozione: 5G e tutale della salute pubblica

CONSIDERATE le nuove richieste di installazione o piani annuali di installazione e/o modifica impianti telecomunicazione da parte dei I gestori di telefonia”;

CONSIDERATO CHE il Comune ha la competenza riconosciutagli dalla normativa nazionale e regionale per regolamentare e pianificare l’installazione delle antenne per minimizzare l’esposizione ai campi elettromagnetici anche tramite una zonizzazione elettromagnetica analoga alla zonizzazione acustica;

CONSIDERATO CHE si rende necessario valutare la predisposizione di una rete diffusa di monitoraggio permanente che consenta il controllo costante dell’ambiente e sia liberamente accessibile ai cittadini per visualizzare la situazione emissiva esistente;

CONSIDERATO CHE dagli studi scientifici a disposizione e dalla normativa attuale, emerge come non ci sia alcuna reale conoscenza degli impatti sulla salute e sull’ambiente dovute all’utilizzo di frequenze in un range mai applicato in larga scala;

CONSIDERATO CHE secondo quanto specificato dalla Linea Guida “Europa EM-EMF” 2016 “esiste una forte evidenza che l’esposizione a lungo termine a determinati livelli di EMF rappresenta un fattore di rischio per malattie quali alcuni tumori, malattia di Alzheimer, …” e che “I sintomi comuni di EHS (ipersensibilità elettromagnetica) includono mal di testa, difficoltà di concentrazione, problemi di sonno, depressione, mancanza di energia, stanchezza e sintomi di influenza”;

CONSIDERATO CHE dalla audizione ARPA è emersa in relazione al 5G la “necessità di seguire la sperimentazione per la messa a punto delle tecniche di valutazione teorica e sperimentale dell’esposizione alle emissioni elettromagnetiche ed il monitoraggio delle attività” prima di procedere con una dislocazione sul territorio;

CONSIDERATO CHE spetta al Sindaco di accertarsi nelle competenti sedi, per le conseguenze di ordine sanitario, che dovessero manifestarsi a breve, medio e lungo termine nella popolazione residente nel territorio comunale;

IMPEGNA il Sindaco e la Giunta per propria competenza a:

  1. adottare, tempestivamente e concretamente, ogni misura cautelare indispensabile a tutelare la salute (diritto costituzionalmente garantito) recependo gli esiti dei più recenti studi scientifici in materia;
  2. predisporre una infrastruttura sul territorio per il monitoraggio continuo dei valori di esposizione ai campi elettromagnetici anche in collaborazione con l’Arpa
  3. avviare un Tavolo comunale permanente, con il coinvolgimento almeno di ARPA, ASL, Università, Ordine dei Medici avente lo scopo di predisporre un piano di informazione e sensibilizzazione in relazione agli effetti dell’esposizione ai campi elettromagnetici e alle corrette pratiche da seguire per ridurne gli impatti volto a dare la più ampia divulgazione alla cittadinanza.
  4. predisporre in tempi rapidi un Piano di Localizzazione Antenne, ovvero una zonizzazione elettromagnetica, tramite un ente terzo e indipendente esperto nella predisposizione di tali piani, passando attraverso le opportune procedure
  5. avviare un progetto di sensibilizzazione ed educazione ambientale negli istituti scolastici sul tema del corretto utilizzo dei dispositivi elettronici per minimizzare i rischi legati all’esposizione a campi elettromagnetici;

Firmato: Giuseppe Vasta – Giuseppe Ferlito – Francesco D’Ambra – Luciano Scalia Orazio Fazzio – Gaetano Dimauro – Sara Pittera – Angela Fichera – Francesco Coco – Ugo Trovato – Graziano Camelia – Sebastiano Spadaro – Alessandro Coco