Nino Nicotra “Carnevale e Palasport solo scelte fallimentari”

Nino Nicotra, già amministratore cittadino, convoca ancora la stampa e continua a  tuonare contro l’Amministrazione Alì e la Fondazione del Carnevale.

Carnevale 2020 e Palatupparello. Nicotra non condivide le scelte fatte e dichiara:

«Per il Carnevale 2020 ci aspettavamo una discontinuità concreta nelle scelte operate. L’unico elemento di novità, di discontinuità da parte dell’ Amministrazione è stata la defenestrazione del Cda designato sempre da questa Amministrazione. Al posto di questo si è messo un altro Cda, che sta operando le stesse scelte di quelle risultate  fallimentari dell’edizione 2019, lo sbigliettamento, che ha già prodotto a centinaia di migliaia di euro di debiti. Un primo segnale, auspicabile, sarebbe potuto essere la rinuncia all’indennità di carica per un mese di Giunta e Consiglio comunale. Si parla sempre di problemi economici e le scelte operate sono solo in danno della manifestazione in sé, che quest’anno non propone spettacoli e ha come unico elemento positivo solo il ritorno della sfilata dei carri infiorati. Sono scelte ancora una volta fallimentari operate dal presidente Cundari, che pure è navigato in quanto a esperienza politica e amministrativa…»

Nino Nicotra continua,  puntando il dito contro l’Amministrazione sulla vicenda Palasport. «Per quanto riguarda il Palasport avevamo suggerito e sollecitato una immediata apertura ai privati nel segno della continuità. Per richiamare iniziative e concerti importanti, a cui invece si è dovuto rinunciare. Invece c’è solo silenzio totale. C’è un palazzetto chiuso, il più importante in Sicilia, forse nel meridione e a fronte di nessuna iniziativa del sindaco sarà destinato alla devastazione, così come è stato per le Terme di Acireale».

L.C.