sabato, Maggio 28, 2022
Google search engine
HomeCronacaNuovo Polo Scolastico Piano D'Api - Ma Quanto e' Costato il Terreno?

Nuovo Polo Scolastico Piano D’Api – Ma Quanto e’ Costato il Terreno?

Era il 26 dicembre del 2018, il terremoto che danneggiava numerose frazioni dell’hinterland acese, comprometteva anche la scuola di Piano D’api, costringendo l’amministrazione a sgomberarla in attesa dei finanziamenti per la ristrutturazione.

Dopo oltre due anni arriva la notizia del finanziamento per la costruzione di un nuovo plesso scolastico. Il sindaco di Acireale Stefano Alì:

La Scuola di Piano d’api non è soltanto un luogo destinato alla didattica, ma anche un presidio di carattere sociale e, pertanto, non abbiamo lasciato alcunché di intentato pur di individuare soluzioni che potessero condurre alla riattivazione del plesso”.

La Protezione civile Regionale finanzia infatti il progetto di ricostruzione del plesso scolastico con un importo di 1.015.000€, con i quali il Comune di Acireale potrà procedere alla redazione del progetto e delle acquisizioni dei terreni.

Infatti il lotto attualmente di proprietà del comune di Acireale risulterebbe troppo piccolo per rispettare le nuove normative urbanistiche ed è stato necessario quindi, acquisire un lotto di terreno adiacente, di proprietà privata, al fine di raggiungere gli standard di legge .

Con la disposizione 1867 recante data 17 dicembre 2021, il commissario delegato nonché dirigente della Protezione civile regionale, autorizza dunque il sindaco, ing. Stefano Alì, nella qualità di soggetto attuatore, a procedere alla spesa per l’esecuzione del progetto già redatto dagli uffici competenti.

“La realizzazione del nuovo plesso scolastico di Piano d’api – ha affermato il sindaco Alì – rappresenta una tappa significativa nel processo di ricostruzione più ampio che riguarda il nostro territorio, purtroppo fortemente interessato dall’evento sismico tristemente noto come terremoto di “Santo Stefano”. Il Comunicato del Comune di Acireale spiega inoltre che : L’Ufficio “Sisma”, diretto dall’ing. Lauretta Spina, ha lavorato a tappe forzate per definire i dettagli del progetto, condividendo ogni sforzo con l’Amministrazione e con l’on. Angela Foti che è stata protagonista di rilevanti e determinanti interlocuzioni con la Protezione civile, sia regionale che nazionale, attraverso un impegno generoso ed incessante. La recente disposizione a firma del direttore Cocina, che ringrazio per l’attenzione riservata ad Acireale, ci mette in condizione di potere ipotizzare un celere avvio dei lavori che verranno eseguiti nell’ambito del quadro economico del progetto redatto dai nostri uffici ed integralmente approvato”.

Siamo andati a guardare le carte del finanziamento appena ricevuto dal Comune e ci siamo soffermati sul quadro economico del progetto:

Nella voce : acquisto terreni troviamo un importo pari a 311.058,00€, necessari per l’acquisto dei terreni su cui far espandere la scuola.

Andando a verificare le caratteristiche del terreno, verifichiamo che si tratta di un terreno vincolato dal Prg vigente e destinato ad edilizia scolastica, quindi un terreno il cui proprietario non avrebbe potuto realizzare altro che edifici scolastici, diminuendone il valore commerciale.

Infatti, se il privato avesse voluto destinarlo ad edilizia convenzionale, si sarebbe scontrato con i vincoli urbanistici vigenti.

Il terreno in questione misura catastalmente 4.700 mq, pertanto il costo pagato dall’amministrazione pubblica è pari a 66,18€/mq, un valore molto al di sopra del valore di un terreno agricolo in zona ed anche superiore al valore di un terreno edificabile equivalente.

A chi scrive non è chiara la procedura con la quale sia stata effettuata la stima di congruità, normalmente tale compito è affidato all’ufficio erariale pubblico che si occupa di stimare il valore dei terreni da acquisire al demanio pubblico, ma in tale caso non sembra esserci alcuna valutazione allegata al progetto.

Piano D’Api avrà la sua scuola, e questa è una buona notizia, speriamo che l’amministrazione pubblica sia altrettanto generosa con i privati anche per le successive acquisizioni di terreni per pubblica utilità

Fabio D’Agata

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments