Oggi, la seconda ricorrenza della tragica scomparsa di Margherita Quattrocchi, Enrico Cordella e Lorenzo D’Agata.

Un tardo pomeriggio di due anni fa un’ onda assassina li ha portati via per sempre, lasciando nel cuore dei loro familiari un vuoto incolmabile e un dolore indescrivibile.

È inutile cercare un perchè a questa tagedia, non ci sono state mai risposte e non ce ne saranno mai perchè sono rimaste lì, in fondo a quel mare a loro tanto caro quando erano in vita.

Una tragedia così, non si può accettare, soprattutto la morte di tre giovani ragazzi che ancora avevano una vita da vivere ed é per questo che, in quei giorni, tutti ci siamo stretti al dolore delle famiglie dei tre ragazzi, scoprendo anche quel senso di comunità e umanità che a volte ci sfugge di mano ma che invece, il dolore riesce ad unire così tante anime.
Tutti stretti in un abbraccio, in un dolore fortissimo non trovando mai un senso a questa morte cosi assurda.

Noi tutti, non dimenticheremo mai il dolore impresso nei volti delle vostre mamme e dei vostri papà che su quel porticciolo di Santa Maria La Scala, aspettavano con dignità e silenzio il vostro ritorno.

Vi porteremo per sempre nei nostri cuori, nei pensieri più belli e negli abbracci più caldi

Graziella Tomarchio