Piccola Storia di Jaci – Reduce Amedeo Cannavo’

Nato ad Acireale nel 1886, studiò presso il Seminario di S.Ignazio, gestito dai Gesuiti inglesi nell’isola di Gozo, molto vicina a Malta, dove conseguì la maturità classica intorno al 1906. Egli era considerato lo studioso asceta, latinista, grecista, biblista e teologo, con la non celata vocazione di entrare in quell’ordine, nel quale con ogni probabilità si avviò agli studi severissimi previsti dalla facoltà universitaria. L’anno dopo, però, cominciò per lui un calvario tra la chiamata militare di leva (1907), i rinvii per insufficienza toracica, l’incorporazione in qualità di S.Tenente nel reggimento di fanteria di Macerata (1914)(In effetti era una Brigata), l’invio nella zona di operazioni (maggio 1915), l’aggregazione per motivi di salute al Deposito Aeronautica di Ancora (1916), il congedo per riconosciuta inabilità (1917). Alla fine, aggravatasi la malattia respiratoria, quasi in un eremo, si ritirò a Calatabiano (Ct), dove in amara e malinconica solitudine morì il 12 gennaio 1920, consumandosi lentamente tra gli studi e le preghiere.

Nota di Alberto Perconte Licatese