Terremoto e ricostruzione, 1 milione di euro per la nuova scuola a Piano d’Api. Salvo Licciardello: “Continueremo ad incalzare gli uffici e le istituzioni affinché adesso si recuperi il tempo perduto”

ACIREALE – Il Dipartimento nazionale della Protezione Civile ha approvato un finanziamento di 1 milione e 15 mila euro per la costruzione di un nuovo plesso scolastico nella frazione di Piano d’Api. Ricordiamo che nella notte del 26 dicembre 2018 il terremoto colpì duramente la frazione di Piano d’Api producendo, tra l’altro, gravi danni al plesso scolastico che venne dichiarato inagibile e gli alunni si sono dovuti spostare nei locali della Parrocchia dei Santi Cosma e Damiano.

Dopo oltre due anni arriva la notizia del finanziamento per la costruzione di un nuovo plesso scolastico. Il sindaco di Acireale Stefano Alì: “La Scuola di Piano d’api non è soltanto un luogo destinato alla didattica, ma anche un presidio di carattere sociale e, pertanto, non abbiamo lasciato alcunché di intentato pur di individuare soluzioni che potessero condurre alla riattivazione del plesso”.

Abbiamo sentito Salvo Licciardello del comitato post sisma per Piano D’Api. “A nome del comitato per Piano D’Api post sisma, esprimo soddisfazione per questo obiettivo raggiunto anche se restiamo critici sulla tempistica e il grave ritardo”. Ed ancora: “Sono trascorsi due anni ma non abbiamo mai perso le speranze. Abbiamo creduto sin dall’inizio della bontà di questa soluzione, ovvero quella di costruire un nuovo edificio per il territorio della frazione di Piano d’Api ed anche per tutto il comprensorio”. Poi Salvo Licciardello lancia la proposta, “il nostro obiettivo rimane quello di veder demolito il vecchio plesso scolastico e al suo posto vedere sorgere un’area di protezione civile che possa fungere da parcheggio a ridosso del centro abitato di Piano d’Api”. Salvo Licciardello per il comitato di Piano d’Api esprime infine “soddisfazione per la costruzione di questo nuovo plesso scolastico in un terreno che è già stato individuato e che dovrebbe essere quello che si trova di fronte l’attuale sede della farmacia della frazione di Piano d’Api, nello stesso tempo abbiamo sempre detto che la realizzazione di un nuovo edificio su quel terreno significa anche avere la possibilità di un’ulteriore alternativa viaria che dovrà collegare la via Ispica con la via Meri”. Poi chiude con una promessa che sa tanto di azione civile. Salvo Licciardello:  “L’azione del comitato ed anche dei residenti non finisce qui perché continueremo ad incalzare gli uffici e le istituzioni affinché adesso si recuperi il tempo perduto ed essere molto celeri per la realizzazione di questo obiettivo”.

(mAd)