Acivivibile e gli Autovelox senza Concorrenza

Torniamo a parlare di Acivivibile, un progetto finanziato con i fondi europei che per la modica cifra di 860.000€ avrebbe dovuto traghettare la città di Acireale verso una prospettiva da smart city ed alzare gli indici di vivibilità implementando la Ztl e la mobilità sostenibile.

Il progetto, nato nel 2009 e mandato in gara nel 2014, puntava allo sviluppo di un  sistema integrato per la gestione della ZTL all’interno del Comune di Acireale, nonché al monitoraggio di alcuni dati ambientali finalizzati ad una migliore gestione dell’ambiente urbano . Voluto fortemente dall’amministrazione Barbagallo con le migliori intenzioni, si rivelò fin dalla gara, come una delle opere meno trasparenti e più criticate degli ultimi anni.

La gara espletata nel 2014 ha visto un solo partecipante così come riportato nei verbali di gara ,  Il giorno 10/9/2014 il verbale di gara riporta letteralmente :

che, con nota prot. A.G. n. 40181 del 24/06/2014, è pervenuta attestazione dell’avvenuta pubblicazione del bando di gara presso il Settore Urbanistica; che entro il termine prescritto nel bando di gara (ore 10:00 del 27/06/2014) è pervenuto n. 1 plico prodotto dall’impresa Project Automation S.p.A,”

Evidentemente il Comune ha richiesto un prodotto così raro ed esclusivo da vedere una sola ditta disponibile ad offrirlo, così il 5/6/2015 il Comune di Acireale stipula un Contratto con la ditta Project Automation per la realizzazione del progetto Acivivibile, aggiudicato con il ribasso del 3% per la cifra di  654.395 + iva.  

Oggetto del bando era la fornitura di un “Sistema per il monitoraggio e controllo della mobilità e dell’inquinamento da traffico veicolare“. Finanziamento P.O. FESR 2007-2013 Linea 6.1.3.6. Il finanziamento regionale riguarda il tema –“Azioni di recupero e tutela della qualità dell’aria nelle Aree Urbane”.

Il sistema prevedeva:

  1. Sistema di controllo dei varchi della ZTL
  2. Postazioni di rilevamento del traffico
  3. Sistema di rilevamento delle infrazioni al codice della strada
  4. Azioni di sensibilizzazione sul tema

Il progetto attirò subito le critiche di un attento commentatore che dalle pagine di Fancity Acireale scriveva:

“Ennesimo spreco di denaro pubblico? Qualche sciocco giustificherà lo spreco dicendo “tanto sono soldi della comunità europea” dimenticando che viene finanziata dagli stati nazionali e quindi dalle nostre tasse, tralasciando soprattutto su quanto il nostro territorio abbia un assoluto bisogno di investimenti proficui”

Purtroppo il nostro commentatore divenuto Sindaco qualche anno dopo, ometteva d’indagare su come e dove fosse finito il mezzo milione di euro circa, speso per acquistare 5 telecamere mai entrate in funzione ed il cui costo non è mai stato dettagliato, in quanto nella rendicontazione non è allegato un computo unitario delle attrezzature acquistate ed abbandonate nei magazzini comunali.

Ma Acivivibile continua a seguirci con le sue stranezze che ci accompagnano da anni.

Infatti tra le attrezzature acquistate ed installate per circa 500.000€ ci sono i due autovelox del viale Cristoforo Colombo che necessitano di una taratura specifica con cadenza annuale che, con determinazione Settoriale n. 239 del 29/10/2018 e n. 242 del 31/10/2018, si è disposto di affidare, dalla loro installazione, alla stessa ditta fornitrice la PROJECT AUTOMATION SPA per la somma di € 30.988,00,per l’anno 2019.

Scaduto il contratto di manutenzione in data 30/09/2020 il Comune di Acireale attiva una nuova procedura di gara, ma pare che questo sistema autovelox denominato “PASVC” sia una sorta di esclusiva, infatti scrive il Comune :
Atteso che non sono presenti sul MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) offerte di servizi di manutenzione e/o taratura del suddetto sistema di rilevamento delle infrazioni ai limiti massimi di velocità denominato “PASVC”

Pertanto anche questa volta il comune si rivolge alla stessa ditta che, unica partecipante, ci accompagna dal 2015 in questo percorso di “Acivivibilità” ed affida il contratto di manutenzione alla PROJECT AUTOMATION SPA, per un importo di euro 25.400,00, oltre IVA, per canone di manutenzione annuale, di tipologia FULL.

Il settore di Polizia Municipale che ha redatto la determina 243 del 28/12/2020 ci tiene a precisare che:

“Rilevato che il servizio di manutenzione e taratura dei n. 2 varchi di rilevamento automatico delle infrazioni ai limiti massimi di velocità sul viale Cristoforo Colombo (denominati PASVC) è un servizio:
per il quale può dirsi che “la concorrenza è assente per motivi tecnici”, stante che il rilevatore automatico è prodotto dalla ditta PROJECT AUTOMATION SPA e che l’aggiudicazione del servizio di manutenzione e di taratura del dispositivo in questione ad un operatore economico diverso (ammesso che lo si riesca a trovare) non potrebbe di certo assicurare all’Ente una “alternativa ragionevole”, quanto meno sotto l’aspetto della convenienza economica;

che consiste, appunto, nella ripetizione di un servizio analogo già assegnato alla società PROJECT AUTOMATION SPA, alla quale questa Stazione Appaltante ha già assegnato un precedente appalto, verificandosi altresì la condizione che tale servizio è conforme al progetto a base di gara e che tale progetto è stato oggetto di un primo appalto aggiudicato secondo una procedura di cui all’art. 123 del D. Lgs. n. 50/2016, e cioè mediante una procedura di affidamento aperta

Quindi ad Acireale abbiamo acquistato con una “gara” con un solo partecipante nel 2015 un sistema di telecamere che marcisce in un deposito ed due autovelox che possono essere tarati, per come scritto dal Comune, da una sola ditta al costo di circa 25.000€ l’anno pari a 12.500€ cadauno.

Eppure facendo un paio di telefonate alle ditte che effettuano tarature sugli autovelox, non sembrerebbe che si tratti di strumenti esclusivi, ed anche i costi sembrano estremamente più contenuti. Il Comune di Firenze per 22 tarature nel 2018 ha speso 1.450€ cadauno e per quanto concerne l’esclusività dell’impianto pare che altre ditte siano in grado di eseguire il test di taratura .

Gli autovelox sono dispositivi speciali ma, probabilmente ad Acireale, ne abbiamo due più speciali degli altri, chissà se il nuovo Assessore alla Polizia Municipale Francesco Coco, riuscirà ad ottenere un minimo di concorrenza per un progetto, Acivivibile, che la concorrenza non l’ha mai conosciuta.

Fabio D’Agata