İstanbul escort bayan sivas escort samsun escort bayan sakarya escort Muğla escort Mersin escort Escort malatya Escort konya Kocaeli Escort Kayseri Escort izmir escort bayan hatay bayan escort antep Escort bayan eskişehir escort bayan erzurum escort bayan elazığ escort diyarbakır escort escort bayan Çanakkale Bursa Escort bayan Balıkesir escort aydın Escort Antalya Escort ankara bayan escort Adana Escort bayan

sabato, Maggio 25, 2024
Google search engine
HomeLiberi NavigatoriMeriggio Acese di Santo Di Mauro (16 luglio 2016)

Meriggio Acese di Santo Di Mauro (16 luglio 2016)

San Paolo

Chista è l’ura ca la famigghia s’assetta a mangiari
la madri avvisa tutti c’allistiu di cucinari,
‘nsalata di pumadoru e cipudda, pipi arrustuti,
na fedda d’ossuchiatu e alivi cunzati.

Lu cori si allarga, la panza si prepara,
la fami fa primura: “passimi a cucchiara”,
tutti felicissimi, u tempu di na prijera,
e poi ci damu sutta di mala manera.

Ma ‘n certu puntu arriva nu fetu troppu forti,
di cosi fracidi e lurdi, di fumeri e cosi morti:
ci dicu a mo muggheri: Lia chi è stu fituri?
Santuzzu, cunticcilla ò to amicu Assissuri.

Li cassunetti su chini e a munnizza è macari ‘n tera
tutta la Città sta fitennu, ni pò veniri u culera;
ma semu o terzu pianu, i cassunetti su ‘nda strada,
com’è ca ci pò essiri tutta st’aria infettata?

Affacciti o balcuni e vidi chi gran muntagna,
macari lu chiu lurdu,  si la vidi si spagna,
e chi facemu allura, mi passau lu pitittu,
forsi cunvinissi mangiari ndo gabinettu,
ca si sintemu fetu, almeno cò piaciri
ca è roba nostra e no, di tuttu lu quarteri.

(dottorziz)

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments