Piccola storia di Jaci – La passione acese per gli scacchi!

La città di Acireale vanta da decenni una discreta attività scacchistica a livello amatoriale.

Attualmente durante il Carnevale viene disputato un rinomato torneo di scacchi.

Il sig. Santo Spina, appassionato di scacchi acese, nel suo saggio pubblicato su Memorie e Rendiconti scrive di un torneo di scacchi organizzato dalla Reale Accademia degli Zelanti:

“La Buona Novella n. 2 del 15 gennaio 1933 tramanda la memoria di
una manifestazione scacchistica acese con un termine cronologico più
preciso rispetto a quello de L’Italia Scacchistica .Nella prima metà di gennaio, al Gabinetto di Lettura della «Reale Accademia Scienze Lettere e Arti degli Zelanti», si era già concluso il torneo di 3ª categoria che, iniziato forse nel dicembre del 1932, fu vinto con p. 11 su 13 da Luciano Musmeci”.

la «Reale Accademia degli Zelanti» negli anni Trenta ebbe per gli scacchi una speciale predilezione, al punto da ospitare nella sala della sua biblioteca il 1° torneo acese. Dunque non suscita alcuna meraviglia, alla luce della teoria delle reti di relazione, che il resoconto della manifestazione scacchistica fosse stato pubblicato anche su «La Buona Novella», periodico locale con cui collaborava assiduamente il dott. Agostino Pennisi di Floristella, allora segretario generale della «Reale Accademia degli Zelanti». Anche nei decenni successivi non mancò da parte del sodalizio acese un occhio di riguardo al gioco dei re come si evince anche dalla lettura del regolamento del Gabinetto di Lettura approvato nella seduta del 6 febbraio 1955, il cui articolo 14 così recitava: «Il solo giuoco degli scacchi è ammesso nella Sala di Ritrovo e ogni altra forma di giuoco ne è assolutamente e definitivamente bandita».

Sulla scia della suddetta manifestazione gli scacchisti acesi fondarono in modo autonomo la Società Scacchistica Acese «Giuseppe Padulli», con sede in corso Savoia 49. (ex sede del MSI).Il sodalizio fu così denominato in memoria del maestro milanese scomparso nel dicembre del 1932. Il consiglio direttivo del nuovo circolo scacchistico fu così composto: presidente il cav. Vincenzo Fiorini, vicepresidente il prof. Antonino Sergi, segretario cassiere Alfio Politi Patanè. Il nascente circolo scacchistico organizzò durante l’estate numerosi campionati di differente categoria sociale.

La tradizione scacchistica acese è continuata, oltre che al Circolo Universitario, nel 1998 con la fondazione del Circolo Angelo D’Arrigo e nel 2002 con la fondazione del Circolo Galatea Scacchi affiliato alla Federazione Scacchistica Italiana.

Logo del Circolo Galatea Scacchi

La Galatea scacchi oltre al Trofeo di Carnevale ha curato diversi memorial dedicati al dott. Enrico Puglisi , all’avv. Rosario Spadaro , ad Angelo D’arrigo e per ultimo al sindacalista Gigi Safiotti (tutti giocatori di scacchi)

Si ringrazia il Sig. Rodolfo Puglisi, Consigliere del Circolo per la consueta gentilezza.