Roma dice si al registro unioni civili

diritti-alle-coppie

Via libera dell’assemblea capitolina all’istituzione nella Capitale del registro delle Unioni Civili. A dare l’ok al provvedimento, voluto dal sindaco Ignazio Marino e preceduto da mesi di polemiche, la maggioranza di centrosinistra e M5s che ne sono anche promotori. Hanno votato contro Ncd, Fi e Fdi. Si è astenuta la Lista Marchini. Per Il sindaco Marino, “Roma, con il suo esempio, spera di poter contribuire a sbloccare le titubanze dei legislatori”. In aula tra il pubblico anche Nichi Vendola.

Marino, finalmente, amore uguale per tutti
Capitale dà segnale, in prima linea sul fronte dei diritti
“Finalmente anche Roma si dota di un registro delle unioni civili. E’ un risultato atteso da tempo, che pone Roma sempre più in prima linea sul fronte dei diritti degli individui e del riconoscimento dei legami affettivi stabili. La Capitale dà il segnale che, in questa città, l’amore è uguale per tutti”. Così il sindaco Ignazio Marino. (ansa.it)